Viaggiatori? Si, ma anche no.

Oggi Un po' più Terra terra.

VIAGGIATORI? SI, MA ANCHE NO.

Per il lavoro che faccio, e la mia passione per il viaggiare, mi ritrovo spesso in qualche aeroporto, facendo la fila al check-in e leggendo un libro mentre aspetto davanti al Gate. Nell’ultima settimana ho preso svariati aerei, accumulando ritardi che mi hanno permesso di guardarmi attorno e arrivare a scrivere questo pezzo. E quello che sto per scrivere è per te: per te che viaggi una volta ogni 10 anni, e ti ritrovi scombussolato in mezzo allo stress degli imbarchi.  È per te, che io ti guardo ma vorrei dirti di star calmo, sereno, che se ti guardi attorno vedrai che tutte queste persone sono esattamente come te: Viaggiatori.  Permettimi quindi di darti due dritte, cosi che il tuo prossimo viaggio possa viverlo più serenamente. Partiamo dal principio, da quando sei a casa: Stai per prendere un aereo, non un astronave o una navicella spaziale. Molto probabilmente la tua destinazione è sul pianeta terra, quindi prendi una normale borsa da viaggio e mettici dentro l’occorrente: evita sacchetti, sacchettini, buste della spesa, panini e termos.  Less is more: viaggia con meno cose possibili, cosi ti eviti - e mi eviti - fastidi inutili. Se porti con te uno zaino (o simili che non manderai in stiva), ricordati che non puoi portarti bottiglioni da 7 litri, o qualsiasi altro liquido che superi i 100ml, Altrimenti te lo gettano e non puoi nemmeno lamentarti. L’ipad mettilo in uno scomparto raggiungibile velocemente, perchè ci sarà un momento in cui ti chiederanno di tirarlo fuori dallo zaino: tranquillo, non vogliono rubartelo. Ora sei in macchina, hai il passaporto o la carta d’identità? Sono fondamentali.  Arrivi in aeroporto. Che bordello eh.  Niente panico.  Vedi quegli enormi schermi davanti a te? Ecco. Respira, è tutto ok.  Dove devi andare? Roma? Bene.. non trovi il volo in mezzo a tutti quei nomi? Suggerimento: guarda a che ora è il tuo volo, e cercalo secondo l’orario. È alle 14:50? I voli sono elencati in ordine cronologico, sarà più facile individuarlo e scoprire a che bancone devi fare il check in e imbarcare il bagaglio. Davanti al desk del check-in c’è na coda che ti viene da piangere.  Anche a me.  Ma vedi che c’è una fila? Ecco: rispettala.  È inutile che provi a passarmi davanti per arrivare li piu in fretta inventando scuse che perdi l’aereo. Vado dove vai tu. Mancano poco meno di due ore al volo. Stai al tuo posto e aspetta. Una volta che arrivi al check in, dai il documento, metti SOLO la borsa da imbarcare sul nastro e attendi: non c’è bisogno che intraprendi una conversazione che blocca la fila per mezz’ora e tutti gli altri dietro te ti stanno maledicendo. Fai silenzio, e aspetta. Al massimo rispondi se ti viene fatta una domanda. E grazie al fatto che hai fatto un bagaglio intelligente, non dovrai neppure pagare un extra (ringraziami dopo). Ora hai il biglietto,è tutto nelle tue mani ma arriva il difficile: controllo passaporti e controllo sicurezza. Tranquillo, ti guido io. Al controllo passaporti vale la regola del rispettare la fila. Inoltre, vedi che io ho uno zaino? non c’è bisogno che ci entri, che lo tocchi, che mi dai delle spintarelle.. lasciami, e lasciati, un po’ di spazio. Tipo i metri obbligatori tra na macchina e un’altra: non urtarmi.  Se pensi che questo a te non possa dar fastidio, chiedi a un tuo parente di mettersi dietro di te e di darti involontariamente dei colpetti...... ci siamo capiti. Ora vedi l’uomo davanti a te? È un poliziotto. Non ti vuole arrestare. Dagli documento e biglietto e aspetta, sempre senza conversare. Te lo restituirà a breve e sarai libero di procedere.. a meno che tu non sia un ricercato. Ora...ora è dura. È dura perchè anche io che viaggio tanto cerco di valutare sempre che fila scegliere per il controllo sicurezza, e provo sempre a evitare le file dove noto che ci sei te. Ma credimi, tu sei ovunque e sbuchi fuori dal nulla.  Quindi: una fila vale l’altra.  Detto ció, ti stanno per controllare qualsiasi cosa stai trasportando, ma se avrai ascoltato il mio consiglio su come impacchettare il tuo zaino (o borsetta), andrai veloce. Se hai cento sacchettini della spesa, hai trovato il modo sicuro per stare sul cazzo a tutti: complimenti. Mentre aspetti il tuo turno, usa bene il tuo tempo: metti nelle tasche della tua giacca il portafoglio/orologio e cavoli e mazzi che ti porti appresso, arrivato al nastro posa il tuo zaino,togliti la cintura e la giacca, e buttali nelle vaschette a disposizione. Estrai il famoso ipad ed evita di attraversare il metaldetector con le monetine da 1 cent nasconste nelle tasche. È quasi finito. Tra poco sarai in aereo. Se solo non mancasse ancora un’ora e mezza.  Ma che bella notizia: puoi andare a comprarti una merendina e un caffe. È Inutile che vai al gate e fissi lo schermo spento domandando a chiunque passi se è li che partirà il volo per Roma.  È troppo presto.  Nel biglietto c’è l’orario d’imbarco. Torna tra un po’. Stanno per aprire il gate, o almeno cosi ti pare, e ti fiondi in fila.  Perchè? Siediti. Stai calmo.  Perchè vuoi farti del male e aspettare in piedi? Come puoi notare hai un posto assegnato: ti giuro che nessuno te lo ruberà e sarà tuo anche se sali per ultimo. Credimi.  Aspetta.  Ascolta un po’ di musica. O leggiti un libro. Quando vedi che mancano 5/6 persone, allora vai. Sei in aereo, bello eh? Ecco.. metti lo zaino nei ripostigli sopra alla tua testa.  E goditi il viaggio. Quando atterriamo, per favore, non applaudire. Immagina se al bar tutti applaudissero quando la barista prepara un caffe. Ho reso l’idea? Ecco. Finchè l’aereo non si ferma, e senti “blin”, STAI SEDUTO. Dove vai che ti alzi a caso? Non vedi che son tutti fermi e buoni? Stai seduto. Quando puoi slaccarti la cintura di sicurezza, e alzarti, ricordati che non sei a una gara, che non prendi un premio se esci per primo dall’aereo, e che quindi se mi sgomiti non è che sia proprio bellissimo.  Andiamo tutti nella stessa direzione, anche se all’uscita poi ci separeremo definitivamente. Se viaggi poco, queste sono piccole regole che ti faranno viaggiare piu sereno, e sopratutto sono ecologiche: ne gioverai tu ma anche chi ti sarà accanto o nelle vicinanze. Capisco che viaggiare puó essere spaventoso, e difficile.  Capisco che possa essere uno step importante fuori dalla tua zona di comfort.. ma se hai dei dubbi c’è sempre una legge che non ti tradirà mai: chiedi. Con gentilezza e rispetto. E ti sarà quasi certamente data una risposta altrettanto gentile e rispettosa. Viaggiare è una di quelle cose che se impari a goderti ti arricchirà ogni volta. E pian pian comincerai a guardarti attorno e vedere i visi delle persone che hanno provenienze diverse: modi di fare, vestire, ma sopratutto di stare nello stesso posto dove sei tu in modo totalmente diverso dal tuo. Dicono tutti che è più importante il viaggio che la destinazione... allora comincia da qui.

0 views

Iscrivetevi alla Newsletter per tenervi aggiornati!

Subscribe to the Newsletter to have a preview,

and to keep yourself updated!

Se ti iscriverai alla mia newsletter, di tanto in tanto, ti informerò sui miei prossimi post e sulle novità ad esso collegato, Ci teniamo al tuo contributo e, naturalmente, alla tua privacy.

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter