La Mia Libreria - Estate 2022

Tra Sogni

&

Realtà.



È da tanto che non pubblico qualche recensione dei libri che ho letto. La realtà è che negli ultimi mesi ho letto poco, e durante l'estate -dove il tempo solitamente è di più- mi sono felicemente persa a vivere. Però tre libri me li sono mangiati, uno per mese, anche se in realtà due di questi li ho letti negli ultimi quindici giorni. Mi era mancato leggere, così come condividere con voi pensieri legati alle pagine appena concluse.

Quindi, cosa c'è stato nelLa libreria di quest'estate appena conclusa?


Partiamo con l'ultimo libro letto:


GREENLIGHTS di Matthew McConaughey

Un libro denso della vita di un uomo che ha fatto della sua professione un'arte, e della sua vita una tela da colorare. Un autobiografia nella quale troviamo le sfaccettature di un uomo che abbiamo conosciuto solo attraverso i suoi film, e che qui invece si mette a nudo, mostrandosi nella sua interezza. Senza maschere e senza copioni da seguire, senza battute pronte o sceneggiature preparate.

Consiglio: vi piace riflettere su voi stessi? Vi piace provare a spingere il vostro essere? Qui troverete molto spunti per poterlo fare.

Opinione personale: che io sia una vera amante delle biografie, ormai è abbastanza risaputo. Nella "condivisione" della vita ci trovo motivi di crescita, e un'enorme prova di coraggio per chi -mettendosi davanti allo specchio- decide di raccontarsi al mondo. Quello che mi è piaciuto di più è stato scoprire come, alla fine, anche un attore famoso e ricco, alla fine sia solo un uomo: un uomo nella sua più bella semplicità, nelle sue paure, nella sua voglia di vivere pienamente.

Voto: 9


NOWHERE FOR VERY LONG di Brianna Madia - (disponibile solo in lingua inglese)

Brianna è cresciuta con la credenza popolare di dover diventare grande per andare al college, trovare un lavoro, sposarsi, avere una casa ben curata in un quartiere magari anche borghese. Così, decide di stravolgere le regole del mondo che le è stato insegnato, per vivere invece secondo la sua volontà. Un po' nomade un po' no, alla ricerca continua di angoli di mondo riservati solo a chi ha il coraggio di spingersi così lontano, per uscire costantemente dalla sua zona di comfort -così da spostare i confini del suo essere sempre un po' più in là.

Consiglio: sai l'inglese? LEGGILO.

Opinione personale: mi piace viaggiare, e mille volte ho sognato di girare il mondo con poco solo per godere della sua vastità. Tra le pagine di questo libro mi sono trovata in mezzo a canyon che non ho mai visto, intrappolata dalle loro pareti, immersa nelle loro acque. Mi sono rispecchiata in quella sensazione di scomodità che ti senti addosso quando l'esterno ti dice come devi vivere la tua vita ma l'interno, invece, ti spinge altrove. Ho amato ogni parola e ogni frase, ogni luogo e ogni sensazione. Ho ammirato, profondamente, la sfrontatezza di Brianna nel vivere la vita che lei voleva, mandando sempre un po' "affanculo" il mondo. Una vita fuori dalle regole comuni. Una vita per pochi.

Voto: 10


IL CASO ALASKA SANDERS di Joël Dicker

Dicker non si smentisce mai. Come il suo solito ci regala un thriller che ti fa restare col fiato sospeso fino all'ultima pagina, dove solo all'ora si risolve il giallo. Il corpo di Alaska Sanders viene trovato senza vita. Chi l'ha uccisa? Perché? Un caso che vede intrecciarsi la vita di molte persone, legate da segreti e sentimenti nascosti.

Consiglio: vi piacciono i gialli? Non potete non leggerlo.

Opinione Personale: ho letto diversi libri di Dicker, e tutti mi hanno appassionato e fatto costantemente crescere la voglia di arrivare alla fine per scoprire la verità. Man mano che leggevo cercavo d'indovinare il finale, ma come sempre c'è un risvolto che non ti aspetti. Unica nota a cui do un "meno" è la costante paesaggistica dei suoi libri: mi sembrano sempre tutti ambientati nel solito luogo, ma questa è una nota che vale solo per chi ne ha letti diversi dei suoi.

Voto: 8


106 views