La Mia Libreria - Febbraio

Leggere

Per

Ordinare



Credo che questo pezzo lo scriverò in modo diverso, perché tra questi libri uno può salvarci la vita. E non nel senso metaforico. Può salvarcela davvero. E se non ce la può salvare può portarci almeno ad aprire gli occhi e a prestare attenzione, se una parte -anche minima- di noi vuole che i nostri figli e nipoti e pronipoti possano avere vita su questo pianeta.

Prova per un secondo a immaginare come sarebbe la tua vita se vivessi costantemente con 38 (o anche di più) di febbre. Come ti sentiresti? Quanto sarebbe difficile alzarsi, andare a lavorare, farsi da mangiare -sempre che l'appetito ci sia?

Tanto vero?

Ecco. É quello che sta inesorabilmente succedendo al nostro pianeta. E non sta succedendo in modo lento e calmo, ma al contrario il tempo che ci rimane è davvero -davvero- poco. Le previsioni scientifiche ci dicono che se non vogliamo letteralmente mandare a fanculo il nostro pianeta, entro il 2050 dobbiamo AZZERARE le emissioni ci CO2. AZZERARE COMPLETAMENTE.

Pensi che sia uno scherzo? Che tanto anche se non lo facciamo andrà bene lo stesso? Certo, forse ce la potremmo cavare a vivere per un altro po', solo che parte del mondo -in cui vivono molte persone- verrà spazzato via, il clima -che già si fa i fatti suoi- sarà ancora più cattivo con noi, e ci troveremo in balia tra la siccità e le alluvioni un po' come ora ci troviamo tra la mattina e la notte.

Carino no?

Per non parlare del fatto che siamo tutti super appassionati dei resort fronte mare, e quella figata di barriere coralline che...udite udite, sono già tutte morte per il 90%.

N O V A N T A PERCENTO.

Si, lo so.

Anche io leggendo IL TEMPO E L'ACQUA di Magnason ci sono un po' restata. Mi ha spaventato. Mi ha messo paura. Ed è bene che sia così, perché la paura ci dovrebbe far agire.

Questo è un libro da leggere per due motivi credo: il primo, è per rendersi conto di quello che stiamo facendo e distruggendo. Di quanto stiamo effettivamente maltrattato il nostro pianeta (contiene dati che ti faranno sicuro avere un sussulto). Di quanto sia necessaria una sterzata fortissima se vogliamo che anche solo la prossima generazione, quella che potrebbe riguardare i miei figli, abbia la possibilità di vivere senza doversi cagare addosso ogni giorno. Il secondo è perché bisogna sperare che questo libro finirà nella libreria dei nostri pronipoti, che rileggendolo diranno: cavolo, per fortuna i miei nonni e bisnonni hanno avuto la forza di cambiare qualcosa che stava finendo nel baratro.

É un libro da leggere -SUBITO. Da andare a comprare -IMMEDIATAMENTE. Perché non c'è tempo. Abbiamo 29 anni per cambiare le sorti di quello che altrimenti si prospetterebbe un futuro disastroso.

Non ci credete? Leggetelo, e poi fatemi sapere.


Gli altri libri...


I RICORDI PREZIOSI DI NOAH GINGOLS di Gio Evan

Vado subito al dunque: è un libro per bambini? É un libro per adulti?

Consiglio: non fatevi ingannare dalla copertina, che vi farà sicuro porre quelle due domande appena fatte. Non fermatevi all'apparenza.

Opinione personale: WOW. È un libro che si legge veloce ma che rimane per tanto. Te lo riascolti nella mente, ti fa fare viaggi mentali clamorosi. È bellissimo e ti risveglia qualcosa dentro, ti riporta dove le cose erano, o sembravano, più...colorate. Qualsiasi sia la tua età, vale la pena di tenere questo libro nel comodino accanto al letto: per te, per i tuoi figli, per i tuoi nipoti. Ma sopratutto, per il tuo cuore.

Ah, dimenticavo: Gio Evan è pazzesco, scrittore incredibile che ti rapisce con la sua semplicità. Uno di quelli rari, che non trovi spesso.

LA RAGAZZA DEL KYŪSHŌ di Matsumoto Seichō

Un ragazzo viene condannato a morte per l'omicidio di una donna che faceva la strozzina. L'unica a credere nella sua innocenza è la sorella, che prova il tutto per tutto per salvarlo rivolgendosi al miglior avvocato del Giappone. Lui rifiuta il caso, perché la ragazza non può permettersi di pagarlo. Lei è caparbia, e si rivelerà anche perfida...

Consiglio: mah.

Opinione personale: un libro...povero. Vi sembrerà strano ma non mi è piaciuto affatto. Sono arrivata alla fine, solo per vedere quanto poco bello era. Volevo effettivamente dove andava a parare. La trama è traballante, prende pieghe incomprensibili, scritto con svariate ripetizioni. Non l'ho trovato avvincente, un thriller scarno, quasi piatto. Però magari un buon motivo per leggerlo è...smentirmi.

Iscrivetevi alla Newsletter per tenervi aggiornati!

Subscribe to the Newsletter to have a preview,

and to keep yourself updated!

Se ti iscriverai alla mia newsletter, di tanto in tanto, ti informerò sui miei prossimi post e sulle novità ad esso collegato, Ci teniamo al tuo contributo e, naturalmente, alla tua privacy.

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter