La Mia Libreria - Ottobre/Novembre

Nei Momenti

di

Solitudine

Ottobre e Novembre sono stati mesi di viaggio, di voli aerei e notti insonni. Di hotel e coperte non mie. Di odori diversi, paesi lontani, tante palestre e poco mondo. Ho perso il mio Kindle dopo aver finito -in aereo andando a Ragusa- il libro di John Kirwan. Inutile dire che ha fatto male, e che è stato un duro colpo. Il Kindle era un piccolo pezzo di me, il mio compromesso con l'ambiente pur non lasciando la mia voglia di leggere. Ne comprerò un'altro, e lo farò al più presto. Detto ciò, questi sono i miei tre libri di questi due mesi.

Che dire...wow.

Vorrei sempre, quando scrivo questo blog, poter dare il mio preferito. Ma è tremendamente difficile decidere, sopratutto quando ognuno di loro ha affrontato un argomento diverso, magari anche difficile. Qui ci sono tre libri veri. Veri nel senso che son basati su fatti reali, autobiografici.

Sono libri che parlano della vita, e non solo di quella di chi li scrive.

La vita di tutti noi.

TRA ME E IL MONDO di Ta-Nehisi Coates


Una “lettera” al figlio, vera, schietta, sincera, su cosa voglia dire essere una persona di colore in America.

Consiglio: essere bianchi è un privilegio? Non lo so, ma vorrei che non lo fosse. In ogni caso è un dovere informarsi e provare a capire.

Opinione personale: vivendo in mezzo costantemente a persone di colore, Americane e non, mi sono sempre chiesta quanto forte sia per loro il fattore raziale. Mi chiedo se quando vengono da noi in Italia, quando entrano nel nostro spogliatoio, sentano in qualche modo che io non posso comprendere. So che forse non comprenderó mai, ma la voglia di provarci negli anni mi ha spinto a ricercare informazioni ovunque. Questo libro è un pugno allo stomaco per quanto ti metta davanti a una realtà di cui tutti dovrebbero prendere coscienza.


GLI ALL BLACK NON PIANGONO di John Kirwan


Kirwan John, ex All Black ed ex allenatore della nostra Nazionale di rugby, racconta in questo libro autobiografico la sua esperienza con la depressione, di cui ha sofferto e continua a soffrire, pur sapendo ora gestire.

Consiglio: se la parola “depressione” ti fa paura, se vuoi saperne di più, prova a leggerlo.

Opinione Personale: un libro semplice da leggere, ma complesso da comprendere. Perché andrebbe capito, ma credo sia complicato percepire fino in fondo cosa significhino certe sensazioni e pensieri, quando per quel tunnel buio non ci sei mai passato. Alla fine, ti fa guardare le persone che ti circondano con un occhio più accogliente, più avvolegente, più attento, perché ti fa capire che ognuno di noi ha importanza nella vita di chi un problema ce l’ha e magari non lo sa. O di chi lo sa ma lo ignora. O di chi, semplicemente, ha paura ad alzare la mano e chiedere aiuto. Possiamo arrivare dove gli altri non arrivano.


QUESTO IMMENSO NON SAPERE di Chandra Candiani


Tocca fare una recensione diversa per questo libro, senza intro. Questo libro non si può spiegare. Si può solo comprare e leggere, e rileggere, e sottolineare, e ricordare, e aprire in un giorno di pioggia, o in uno di sole. Si può solo accarezzare, e amare, e odiare profondamente. Si può solo ricordarlo quando passando sotto ad un albero una foglia cade, o quando un uccellino cinguetta sulla tua strada.

Un libro che mi ha tenuto incollata, alla ricerca di me dentro le parole. Trovandomi e perdendomi, e poi lasciandomi semplicemente andare. Non lo so se sia un libro che chiunque potrebbe leggere, ma è un libro in cui chiunque può vivere. C’è una pagina per tutto. C’è una pagina anche per te.


Special Mention al libro "Mio Fratello Rincorre I Dinosauri" di cui ho parlato separatamente in questo pezzo.


97 views